GAINS Italy

logo 3

Il progetto di Valutazione Modellistica Integrata è nato nel dicembre 2002 con la firma di un contratto di ricerca congiunto tra ENEA e IIASA (International Institute for Applied Systems Analysis, Laxemburg, Austria) per lo sviluppo di un Modello a scala nazionale che avesse le stesse funzioni dell’allora Modello RAINS (Regional Air Pollution Information and Simulation), con il supporto finanziario del Ministero Italiano per l‘Ambiente e la Tutela del Territorio.

Obbiettivo principale del progetto di ricerca era la realizzazione di un sistema modellistico di valutazione integrata, basato su una metodologia riconosciuta a livello internazionale, capace di rappresentare le peculiarità del sistema italiano, da un punto di vista meteorologico, geografico, produttivo, e tecnologico, tale da costituire un valido strumento tecnico scientifico a supporto dei decisori politici per la definizione di politiche di contrasto all’inquinamento atmosferico, coerenti con le decisioni assunte nell’ambito di impegni internazionali (nell’Unione Europea e/o in Convenzioni delle Nazioni Unite come la CLRTAP, Convenzione sull’Inquinamento Atmosferico Transfrontaliero di Lungo Raggio).

IIASA è da molti anni organo tecnico della Convenzione CLRTAP e svolge analoghe analisi modellistiche per la Commissione Europea, per la definizione e revisione delle Direttive EU sull’inquinamento atmosferico.

Successivamente al 2005, la metodologia RAINS è stata ulteriormente estesa per includere anche i gas ad effetto serra (Greenhouse Gases, GHG) al fine di considerare le sinergie e i controeffetti tra Inquinamento dell’Aria e Cambiamenti Climatici, dando così vita al Modello di Valutazione Integrata GAINS, Greenhouse Gas - Air Pollution Interactions and Synergies.

 

 

RAINS ESEMPIO